Pubblicità e arte: il Discobolo di Mirone

Posted by chiara in offline, pubblicità e arte, pubblicitando, traditional | Tagged , , , | 2 Comments

Rimanendo nell’ambito della citazione dell’arte classica in pubblicità, oggi voglio fare una breve carrellata di annunci pubblicitari che utilizzano l’immagine della famosa statua del Discobolo, realizzata da Mirone intorno al 455 a.C.

Prima di tutto, però, vorrei fare una precisazione: quando si parla di “classico” non si intende solo un oggetto o un’opera d’arte proveniente dal repertorio dell’antichità greco-romana, poichè nell’immaginario collettivo un classico è ciò che si riconosce come autorevole e dotato di valori universali che non scadono e che lo rendono sempre attuale. Il Discobolo di Mirone è sì un prodotto della classicità greco-romana, ma è anche un classico nel senso più ampio del termine. E in quanto classico è ed è stato spesso citato in pubblicità, di solito per evocare l’armonia e la dinamicità di un corpo atletico e per associare la sua possenza e la sua forza a quella del prodotto pubblicizzato.

In tal senso la sua immagine fu utilizzata dall’Alitalia in occasione delle Olimpiadi del 1960

Alitalia1

per poi essere utilizzata ancora, quarant’anni dopo, dalla stessa compagnia aerea.

Alitalia2
Una versione non puntuale, ma comunque evocativa della postura della statua, è la protagonista di un annuncio del 1996 di a. testoni, marchio italiano di calzature di alta qualità.

a. testoni

Un tableau vivant, ossia un vero e proprio “quadro vivente” in cui una modella in costume posa teatralmente richiamando l’opera classica, è al centro di un annuncio per Rosenthal (2001), storico marchio tedesco produttore di porcellane.

Rosenthal

Sempre un tableau vivant costituisce anche il visual di un annuncio per un paio di scarpe da ginnastica Reebok, non a caso il modello denominato “Classic”.

Reebok

Il Discobolo di Mirone viene però spesso citato anche per associare la figura dell’atleta al concetto di “lancio” di una campagna pubblicitaria o di un nuovo prodotto. In questo senso la sua immagine è stata sfruttata in un annuncio autoromozionale del 1939 per l’agenzia pubblicitaria francese Eugene Loch.

Agenzia Eugene Loch

E ancora, sempre con tale accezione, il Discobolo torna in un annuncio più recente (1989) per un’altra agenzia pubblicitaria, la francese FBC.

Agenzia FCB

L’elenco potrebbe continuare a lungo… ma per oggi mi fermerò qua! ;)

2 Responses to Pubblicità e arte: il Discobolo di Mirone

  1. Pingback: Tweets that mention Pubblicità e arte: il Discobolo di Mirone | Pubblicitando -- Topsy.com

  2. Pingback: Marketing e motori di ricerca : Pubblicità e arte: il Discobolo di Mirone

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>